EMERGENZA COVID-19: Limitazione di accesso del pubblico agli Uffici Comunali.

La categoria

11/11/2020

IL SINDACO

Premesso che il Consiglio dei Ministri nella seduta del 7 ottobre 2020 ha deliberato la proroga dello stato di emergenza al 31 gennaio 2021.

Visti:

il D.P.C.M. del 13 ottobre 2020 ad oggetto “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», avente decorrenza dal 14 ottobre 2020 al 13 novembre 2020;

il D.P.C.M. del 18 ottobre 2020, con il quale sono state apportate modifiche ed integrazioni al DPCM 13 ottobre 2020, prevedendo ulteriori misure di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale;

il D.P.C.M. del 24 ottobre 2020,  ad oggetto “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19»”, pubblicato in data 26/10/2020 sulla G.U. n. 265.

Viste le Ordinanze del Ministro della Salute del 30 giugno 2020, del 9 luglio 2020, del 1° agosto 2020, del 12 agosto 2020, del 21 settembre 2020, 25 settembre 2020, del 7 ottobre 2020 e del 13 ottobre 2020.

Viste le recenti Ordinanze regionali, dalla n. 79/2020 alla n. 85/2020, con le quali sono state adottate misure più restrittive di prevenzione dei contagi in relazione all’andamento della situazione epidemiologica sul territorio regionale.

Tenuto conto dell’evoluzione della situazione epidemiologica e del suo carattere particolarmente diffusivo che sta comportando l’incremento dei casi sul territorio nazionale, regionale e locale, confermandone i tratti di emergenza per la sanità pubblica.

Ritenuto che si renda, pertanto, necessario e indispensabile porre in essere ulteriori misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, coerenti e in linea con la citata vigente normativa, tese a evitare la diffusione dei contagi da Covid-19 nell’attuale fase di recrudescenza del virus, nonché, a prevenire situazioni dalle quali possa derivare un effettivo e concreto pericolo per la salute e per la pubblica incolumità.

Atteso, inoltre, che in relazione alle specifiche funzioni del Comune, si ritiene che: 

si renda necessario limitare al massimo la presenza di cittadini utenti all’interno degli uffici ed edifici comunali;

le attività di erogazione dei servizi al pubblico possono essere garantite con modalità telematica o comunque con modalità tali da escludere o limitare la presenza fisica negli uffici.

Ritenuto, alla luce di quanto sopra, che sussista la contingibilità e l’urgenza di tutelare la salute delle persone e la pubblica incolumità adottando ulteriori misure di natura precauzionale al fine di evitare circostanze atte a favorire la trasmissione del virus. 

Richiamati:

l’art. 50, comma 5, del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 (TUEL) e s.m.i., secondo il quale “In particolare, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale. (…).” ;

l’art. 54, commi 4 e 4-bis del TUEL, che rispettivamente prevedono :

c. 4 - Il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta con atto motivato provvedimenti, contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento, al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana. I provvedimenti di cui al presente comma sono preventivamente comunicati al prefetto anche ai fini della predisposizione degli strumenti ritenuti necessari alla loro attuazione.

c. 4-bis - I provvedimenti adottati ai sensi del comma 4 concernenti l'incolumità pubblica sono diretti a tutelare l'integrità fisica della popolazione, (…). 

Dato atto che :

il presente provvedimento è esecutivo dalla pubblicazione all’Albo Pretorio on-line e sul sito Internet del Comune e trova applicazione fino a nuova disposizione, fatto salvo l’eventuale affievolimento anticipato, ovvero la prosecuzione delle criticità cui è diretto a porre riparo che verranno registrate in sede di prosecuzione e/o pronto aggiornamento della presente Ordinanza;

O R D I N A

Dal giorno 12 novembre 2020 e fino a nuove disposizioni, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, e fatte salve quelle che verranno emesse in futuro in conseguenza dell’andamento della situazione epidemiologica :

L’accesso del pubblico agli uffici comunali sarà contingentato e sarà possibile esclusivamente previo appuntamento da richiedersi telefonicamente o via mail agli uffici competenti - limitatamente agli orari e giorni di servizio indicati - ai seguenti numeri telefonici e/o indirizzi di posta elettronica dell’Ente :

 

SETTORE  AMMINISTRATIVO: tel. 0827 53280 (centralino)

Mail: segreteria@comune.caposele.av.it

PEC: segreteria.caposele@asmepec.it

UFFICIO PROTOCOLLO

PEC: protocollo.caposele@asmepec.it

 

Ufficio Stato Civile/Anagrafe: tel.0827 53464

Mail:  statocivile@ comune.caposele.av.it

Orari di apertura al pubblico:

Lunedì 

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Martedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Mercoledì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Giovedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Venerdì 

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

 

SETTORE MANUTENZIONE - -URBANISTICA-LL.PP.-SUAP-L. 219/81 -ECOLOGIA-  

tel. 0827 53280 (centralino)

Mail: utc@comune.caposele.av.it

MAIL:ambiente.comune.caposele.av.it

PEC:responsabile.utc.caposele@asmepec.it

Orari di apertura al pubblico:

Lunedì 

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Martedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Mercoledì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Giovedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Venerdì 

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

 

SERVIZIO FINANZE – RAGIONERIA-TRIBUTI:  tel. 0827 53280 (centralino)

Mail: mariateresailaria@gmail.com

Mail:tributi@comune.caposele.av.it 

Orari di apertura al pubblico:

Lunedì 

 

Martedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Mercoledì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Giovedì

Dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Venerdì 

 

 

SERVIZIO P.M. - VIGILANZA : tel. 0827 53280 (centralino)

PEC:poliziamunicipale@asmepec.it

Mail: vicesindaco@comune.caposele.av.it

L’accesso agli uffici è consentito alle sole richieste e/o procedure per le quali non sia possibile interloquire in forme diverse dalla comunicazione telematica/telefonica, che è sempre garantita nell’orario lavorativo di ciascun dipendente. 

Nei casi in cui si renda indifferibile, l’accesso fisico agli uffici sarà consentito, previa richiesta di appuntamento, con l’obbligo di osservare scrupolosamente le seguenti misure igienico-sanitarie: 

è obbligatorio, sia per il personale che per l’utenza, essere sottoposti al controllo della temperatura prima di accedere agli uffici comunali;

è possibile entrare negli uffici massimo una persona alla volta;

è possibile accedere negli spazi comuni solo indossando la mascherina e utilizzando il disinfettante predisposto negli appositi dispenser;

non sono consentiti assembramenti;

è obbligatorio mantenere la distanza minima di almeno un metro.

INCARICA

Il Comando di Polizia Municipale per l’esecuzione della presente ordinanza e per i controlli del suo rispetto. 

DISPONE

1)La diffusione della presente ordinanza ai fini di generale conoscenza, mediante:

Pubblicazione all’Albo Pretorio on-line e sul sito web istituzionale : (www.comune.caposele.av.it). 

2)La trasmissione della presente ordinanza:

Alla Prefettura-UTG di Avellino

Al Comando-Stazione Carabinieri di Caposele

Al Responsabile del Servizio di Polizia Municipale.

INFORMA

che ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. n. 196/2003), modificato dal D. Lgs. n. 101/2018 di adeguamento della disciplina al regolamento europeo sulla privacy (Reg. UE n. 679/2016, GDPR) i dati personali raccolti sono trattati esclusivamente per la definizione del presente procedimento, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia, ivi incluse quelle relative al segreto professionale, e in relazione al contesto emergenziale in atto.

che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R. Campania - Salerno nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza, oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporre nel termine di 120 giorni;

 

Dalla Sede comunale,11/11/2020                                   

IL Sindaco

(dott.Lorenzo Melillo)

indietro

torna all'inizio del contenuto