Ordinanza n. 10 del 26/06/2019 di limitazione consumo acqua potabile.

La categoria

26/06/2019

ORDINANZA N. 10 del 26/06/2019 DI LIMITAZIONE CONSUMO ACQUA POTABILE

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

 

PREMESSO  che con l'inizio della stagione estiva si sono registrati notevoli aumenti dei consumi idrici;

CONSIDERATO che la carenza idrica durante la stagione estiva dipende soprattutto dall'elevato consumo, a volte indiscriminato ed improprio, da parte degli utenti, che con un eccessivo e continuo prelievo di acqua per uso irriguo, non consentono un livello di accumulo dell'acqua nei serbatoi, sufficiente a garantire il rifornimento alle zone più critiche delle contrade;

VISTA, l'urgente necessità di non utilizzare l'acqua per innaffiare i campi, giardini e aiuole pubbliche e/o private, in considerazione delle elevate temperature registrate in questi giorni, onde garantire un costante approvvigionamento idrico per uso ingienico-sanitario e domestico alla popolazione;

Investito di diverse giustificate proteste da parte dei cittadini residenti nelle contrade rurali di Boiara – Palmenta – S. Vito – Diomartino – S.Biagio e zone collegate – Pasano – Montemaggiore –  Occhiaro – Vairano - Buoninventre e zone collegate - Biscigliete, che lamentano insufficiente erogazione di acqua in questo periodo di maggior consumo;

RITENUTO, pertanto, necessario regolamentare un più appropriato uso dell'acqua della rete idrica comunale al fine di evitare eventuali, gravi disservizi che comprometterebbero l'approvvigionamento idrico nel territorio comunale;

Dato atto che l’approvvigionamento idrico alle utenze rurali avviene attraverso i serbatoi interposti tra le condotte adduttrici e le reti di distribuzione:

RITENUTO dover assicurare a tutti gli utenti di queste contrade l’approvvigionamento idrico e, in special modo nelle zone alte delle campagne;

CONSIDERATA l’urgenza di provvedere in merito, anche al  fine di eliminare eventuali  pericoli per la pubblica e privata igiene che la mancanza di acqua potrebbe causare;

Ritenuto per motivi di cui sopra dover disporre la chiusura alternativa dei tronchi degli acquedotti rurali che alimentano le condotte di S. Vito e zone collegate – Palmenta e zone collegate – Diomartino e zone collegate – S. Biagio e zone collegate– Buoninventre e zone collegate;

VISTO il T.U. delle leggi sanitarie nr. 1265/33;

VISTE le disposizioni emanate dalla Regione Campania circa la distribuzione idrica;

VISTO il regolamento comunale per la distribuzione dell’acqua potabile;

VISTO l'articolo 50 del T.U.E.L., approvato con D.Lgs 18 agosto 2000, n. 2000;  ;

VISTO l’art. 27 e 58 del vigente Statuto;

 

O R D I N A
 

A tutti gli utenti degli acquedotti urbani e rurali del territorio comunale di utilizzare l’acqua solo per uso potabile ed igienico.

 

D I S P O N E
 

La chiusura giornaliera dei tronchi degli acquedotti rurali che alimentano le contrade Boiara – S. Vito – Palmenta – Diomartino – S. Biagio – Buoninventre e zone collegate.

La chiusura dei suddetti tronchi si rende necessaria al fine da far accumulare il volume occorrente nelle vasche dei serbatoi di S. Biagio e Valle delle Mole e Serralunga a fronteggiare situazioni di emergenza della rete di distribuzione nel periodo degli assorbimenti massimi della giornata.

 

La chiusura dei tronchi di acquedotti sarà così articolata:

Valle delle Mole – Boiara e zone collegate   dalle ore 22,30 alle ore 6,00;

Palmenta – S. Vito – Dio Martino e zone collegate dalle ore 23,00 alle ore 6,30.

Buoninventre  e zone collegate dalle 23.30 alle ore 7,00

In particolare situazione di emergenza, che dovessero verificarsi durante la giornata, si provvederà alla chiusura dei tronchi interessati anche in orari diversi, al fine di fornire i volumi di acqua occorrenti al riempimento delle vasche nei serbatoi di riferimento.

Relativamente ai serbatoi connessi alle reti di distribuzione in altre contrade rurali, in caso di situazione di emergenza della rete dovute agli scompensi di consumo, si provvederà ad accumulare il volume di acqua occorrente nelle vasche con manovre di chiusura ed apertura dei tronchi interessati.

Le manovre di apertura e chiusura dei tronchi degli acquedotti sopracitati saranno effettuate dal personale addetto al servizio di gestione degli acquedotti e sorveglianza dei serbatoi comunali: -  Sig. Italsele Costruzioni di Giuseppe, Nino e Salvatore  con sede in Caposele alla Via Pianello snc il cui recapito  telefonico è il seguente: cell. 3334131825.- 

Le disposizioni di cui alla presente ordinanza hanno effetto immediato dalla data odierna fino al 30 settembre 2019 salvo proroghe.

Per gli adempimenti di competenza viene notificata alla Polizia Municipale.

Si dispone, altresì, che della presente Ordinanza sia data comunicazione alla popolazione interessata, e notificata a mezzo pec, al Sig. Ciccone Giuseppe in qualità di titolare della ditta Italsele costruzioni snc da Caposele, gestore del servizio di manutenzione degli acquedotti comunali, dei serbatoi e della rete fognaria.

I trasgressori saranno puniti con ammende da € 250,00 a € 1000,00 secondo quanto indicato regolamento di funzionamento degli acquedotti comunali e, in particolare agli artt. 24, 25 e 26  approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 67/2002 oltre ad eventuali azioni penali.

 

Caposele  26/06/2019

 

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

F.to Ing. Gerardo Luongo

indietro

torna all'inizio del contenuto