Vigilia di San Gerardo II edizione.

La categoria

26/08/2019

Vigilia di San Gerardo II edizione.

Dalle ore 20.00 alle ore 24.00 nell’Isola Pedonale di Materdomini.

Postazione 1 Vera Vù in 'Perchè no? Spettacolo semiserio', giocoleria eccentrica, fuoco, clownerie. 

Durata 40 min

Orario 21.30 e 23.00

Postazione 2 Ilaria Cecere Performer in 'Lady Memories'. Statua vivente.

Orario 21.30 -24.00, pausa 22.45 (20 min).

Postazione 3 Gonfiabili. Dalle 20.00 alle 24.00

Postazione 4 Sklero in 'The Sklero Show'. Giocoleria, equilibrismo e clownerie. Durata  40 min

Orario 22.00 e 23.30.

Postazione 5 Compagnia Dedalo in 'Kiber'. Danza aerea. Durata 30 min.

Orario 21.30 e 23.00.

Postazione 6 Yuyù Clown in 'Non rompetemi le bolle'. Bolle di sapone giganti. Durata 20 min

Orario 21.00 e 22.30

Postazione 7 Circobus. Giochi sul tema del circo. Per bambini di tutte le età.

Orario 20.30- 23.30

Itinerante

Compagnia Morks in Il Professor Trepiccioni. Trampoliere.
Mago Marcello

Younh Marking Band
Vi aspettiamo! 

indietro

Giornate FAI d'Autunno 2018

Gruppo FAI Giovani di Avellino

ORARIO
Sabato 13 Ottobre 2018: 10:00 - 13:00 / 14:00 - 17:00 (ultimo ingresso 16:30) 
Domenica 14 Ottobre 2018: 10:00 - 13:00 / 14:00 - 17:00 (ultimo ingresso 16:30) 
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato
Contattaci per prenotare:
Email: avellino@faigiovani.fondoambiente.it
Contributo suggerito a partire da: € 3,00
Basta qualche cifra per dare la misura di cosa sia oggi l'Acquedotto Pugliese ad oltre cento anni dalla sua nascita. La rete idrica ha una estensione di 22.500 chilometri (30 volte la lunghezza del Po) e serve più di quattro milioni di persone. Ancora qualche numero: 4 impianti di potabilizzazione, 328 serbatoi con capacità di stoccaggio di tre milioni di metri cubi. Ma non di sole sorgenti è fatta l'acqua che scorre nelle condotte dell'Acquedotto. Con il passare dei decenni le fonti primarie si sono rivelate meno in grado di soddisfare il fabbisogno crescente e da qui l'esigenza di ricorrere agli invasi, che oggi forniscono i due terzi della portata complessiva del sistema idrico pugliese. Se l'acqua di sorgente può essere immessa al consumo così come sgorga, per le acque degli invasi occorrono processi di potabilizzazione raffinati e ad alta tecnologia.
VISITE A CURA DI
Apprendisti ciceroni dell’Istituto Comprensivo Statale “F. De Sanctis” di Caposele

L'evento è svolto anche grazie alla collaborazione con il SIMU Caposele.

 
torna all'inizio del contenuto