ORDINANZA DI LIMITAZIONE AL CONSUMO DI ACQUA POTABILE

La categoria

03/06/2022

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Investito da diverse e giustificate  proteste da parte dei cittadini residenti nelle contrade rurali di Valle delle Mole, Boiara, Palmenta, San Vito, Dio Martino e San Biagio, Buoninventre, Macchione, Valle di Porco, Vairano, Serra Castagno, Pasano, Macchia delle Canne, Bisciglieta, Conforti e Monte Maggiore che lamentano l’insufficiente erogazione di acqua in questo periodo di maggior consumo;

Dato atto che l’approvvigionamento idrico alle utenze rurali avviene attraverso i serbatoi interposti tra le condotte adduttrici e le reti di distribuzione;

Ritenuto di dover assicurare a tutti gli utenti di queste contrade l’approvvigionamento idrico;

Considerata l’urgenza di provvedere in merito, anche al  fine di eliminare eventuali  pericoli per la pubblica e privata igiene che la mancanza di acqua potrebbe causare;

Ritenuto per motivi di cui sopra dover disporre la chiusura alternata dei tronchi degli acquedotti rurali;

Ritenuto altresì, che per le contrade di Boiara – Palmenta – Diomartino e San Biagio, data la particolare caratteristica della rete idrica, i tronchi di acquedotto saranno chiusi rispettivamente dalle ore 22,00 alle ore 6,00 e dalle ore 14,30 alle ore 17,00 di ogni giorno al fine di compensare lo squilibrio del volume d’acqua nei serbatoi di San Biagio e Valle delle Mole;

Visto il T.U. delle leggi sanitarie nr. 1265/34;

Viste le disposizioni emanate dalla Regione Campania circa la distribuzione idrica;

Visto il regolamento comunale per la distribuzione dell’acqua potabile;

Visto il Dlgs 267/2000 ;

Visto l’art. 27 e 58 del vigente Statuto;

O R D I N A
 

A tutti i cittadini del Territorio Comunale di limitare l’utilizzo dell’acqua per il solo uso potabile ed igienico.


D I S P O N E

 

La chiusura giornaliera e notturna dei tronchi degli acquedotti rurali che alimentano le contrade di Valle delle Mole, Boiara, Palmenta, San Vito, Dio Martino e San Biagio;

Buoninventre, Macchione, Valle di Porco, Vairano, Serra Castagno, Pasano, Macchia delle Canne, Bisciglieta, Conforti e Monte Maggiore.

La chiusura dei suddetti tronchi si rende necessaria al fine da far accumulare il volume occorrente nelle vasche dei serbatoi principali e fronteggiare situazioni di emergenza della rete di distribuzione nel periodo degli assorbimenti massimi della giornata.

La chiusura dei tronchi di acquedotti sarà così articolata:

Valle delle Mole, Boiara, Palmenta, San Vito, Dio Martino e San Biagio   dalle ore 22,00 alle ore 5,30 - dalle ore 14,30 alle ore 16,30;

Buoninventre, Macchione, Valle di Porco, Vairano, Serra Castagno, Pasano, Macchia delle Canne, Bisciglieta, Conforti e Monte Maggiore dalle ore 22,30 alle ore 6,00  - dalle ore 15,00 alle ore 17,00.

In particolare situazioni di emergenza, che dovessero verificarsi durante la giornata, si provvederà alla chiusura dei tronchi interessati anche in orari diversi, al fine di fornire i volumi di acqua occorrenti al riempimento delle vasche nei serbatoi di riferimento.

Relativamente ai serbatoi connessi alle reti di distribuzione in altre contrade rurali, in caso di situazioni di emergenza della rete dovute agli scompensi di consumo, si provvederà ad accumulare il volume di acqua occorrente nelle vasche con manovre di chiusura ed apertura dei tronchi interessati.

Le manovre di apertura e chiusura dei tronchi degli acquedotti sopracitati saranno effettuate dall’impresa MAZZIOTTA GIUSEPPE con sede in Caposele alla Contrada Buoninventre n°23 cell: 371 3995258, già affidataria del servizio di gestione e sorveglianza dei serbatoi degli acquedotti Comunali.

Le disposizioni di cui alla presente ordinanza hanno effetto dal 03 giugno 2022 fino al 30 settembre 2022.

I trasgressori saranno puniti ai sensi delle leggi vigenti oltre ad eventuali azioni penali.

DEMANDA

Al Comando Polizia Municipale la verifica in ordine all’esecuzione del prescritto provvedimento e la vigilanza all’utilizzo dell’acqua per il solo uso potabile ed igienico.

L’impresa “MAZZIOTTA GIUSEPPE” è tenuta a rispettare rigorosamente gli orari imposti dalla presente ordinanza, tale mancanza sarà  punita ai sensi delle leggi vigenti oltre ad eventuali azioni penali.

Si dispone, altresì, che della presente Ordinanza sia data comunicazione alla popolazione interessata, notificata all’impresa “MAZZIOTTA GIUSEPPE”.

Ai sensi dell’art.3, comma 4 della legge 241 del 1990 si rende noto che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso al TAR, ai sensi dell’art. 21 della legge 1034 del 1971 previa notifica a questa Amministrazione, entro 60 giorni dalla conoscenza dello stesso provvedimento, oppure il ricorso al Capo delle Stato ai sensi del D.P.R. 1199 del 1971, entro 120 giorni dalla stessa data.

Dalla Residenza Municipale, 03 giugno 2022

 

 

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

Ing. Domenico Ciaffa

indietro

MODULISTICA

 

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE L.R. 01/14 COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE FIERE ORDINARIE TEMPORANEE

 

DOMANDA FIERE.pdf

torna all'inizio del contenuto