Avviso pubblico

La categoria

22/02/2021

Il presente avviso pubblico

ARTICOLO 1 - CONTESTO E FINALITÀ DELL’AVVISO.

Il presente Avviso è volto a fornire una tempestiva risposta alle piccole e micro imprese anche al fine di fronteggiare le difficoltà correlate all'epidemia di COVID19, semplificando i tempi, la complessità del processo di istruttoria e di erogazione secondo l'indirizzo in tal senso disposto del DPCM sopra richiamato.

L’Avviso garantisce il rispetto dei principi di pari opportunità e di non discriminazione come sanciti dall’articolo 7 del Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 e di sviluppo sostenibile di cui all’articolo 8 del medesimo Regolamento.

ARTICOLO 2 - DOTAZIONE FINANZIARIA

L'importo complessivo dei fondi messi a disposizione con il presente Avviso è pari a 54.922,00 euro, a valere sulla quota della prima annualità di cui al DPCM sopra citato.

ARTICOLO 3 - CONDIZIONALITÀ EX ANTE AIUTI DI STATO

1. Le agevolazioni di cui al presente avviso sono concesse ai sensi e nei limiti del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti "de minimis", del regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108.

2. Nel rispetto del Decreto n. 115 del 31 maggio 2017, inerente il Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA), pubblicato in G.U. n.175 il 28/07/2017, il Comune assicura l’inserimento dei dati nel RNA, in vigore dal 12 agosto 2017, nel rispetto del Decreto Legge 30 dicembre 2016, n. 244 -articolo 6, comma 6, tenuto conto del Regolamento recante la disciplina per il funzionamento del RNA adottato, ai sensi dell’articolo 52, comma 6, della Legge 24 dicembre 2012, n. 234 e ss.mm.ii., con il decreto 31 maggio 2017, n. 115.

3. Oltre alle funzioni di controllo, il RNA rafforza e razionalizza le funzioni di pubblicità e trasparenza relativi agli aiuti concessi (nello specifico sovvenzioni), in coerenza con le previsioni comunitarie.

4. Ai fini del calcolo dell’importo dell’aiuto concedibile e della determinazione dei costi ritenuti ammissibili, riferiti alla tipologia d'aiuto di cui al presente Avviso, gli importi riconosciuti nei provvedimenti di concessione e di liquidazione sono al lordo di qualsiasi imposta o altro onere.

ARTICOLO 4 - SOGGETTI BENEFICIARI

1.I beneficiari del presente Avviso sono le piccole e micro imprese - di cui al decreto* del Ministero dello Sviluppo Economico del 18 aprile 2005 - che: 

- svolgono, alla data di presentazione della domanda, attività economiche in ambito commerciale e artigianale (iscritte all’albo delle Imprese artigiane) attraverso un’unità operativa (unità locale) ubicata nel territorio del Comune di Caposele ovvero intraprendano nuove attività economiche nel territorio comunale; 

- sono regolarmente costituite e iscritte al Registro Imprese o, nel caso di imprese artigiane, all'Albo delle imprese artigiane e risultino attive al momento della presentazione della domanda; 

- non sono in stato di liquidazione o di fallimento e non sono soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo;

- essere in regola con il pagamento dei tributi locali nei confronti del Comune di Caposele alla data di emanazione del provvedimento di assegnazione del contributo;

- siano state costrette alla chiusura nel periodo COVID a seguito di disposizioni del DPCM e delle ordinanze del Presidente della Regione Campania susseguitesi fino al 31/12/2020;

- oppure che, pur potendo restare aperte per codice ATECO, sono rimaste chiuse perché localizzate nella Frazione di Materdomini dove l’esercizio dell’attività è strettamente connesso al flusso turistico, completamente azzerato nel periodo di lockdown;

- oppure che, per effetto del lockdown hanno subito una riduzione del fatturato  garantendo i servizi urgenti, essenziali e di pubblica utilità (elettrauto, carrozzeria, autofficina, lavanderia, distributori di carburante, etc).

*ai sensi della vigente normativa si definisce microimpresa l’impresa che ha meno di 10 occupati e un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro - si definisce piccola impresa l’impresa che ha meno di 50 occupati, e un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro che esercitano un’attività commerciale o artigianale che ne faranno richiesta e soddisfino le condizioni di cui al presente bando.

ARTICOLO 5 - AMBITI DI INTERVENTO

Gli ambiti di finanziamento concernono:

a) erogazione di contributi a fondo perduto per spese di gestione;

b) iniziative che agevolino la ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, incluse le innovazioni tecnologiche indotte dalla digitalizzazione dei processi di marketing on line e di vendita a distanza, attraverso l’attribuzione alle imprese di contributi in conto capitale ovvero l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, per investimenti immateriali, per opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

ARTICOLO 6 - DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

L’assegnazione del contributo avverrà previa presentazione da parte dell’operatore economico di apposita domanda/richiesta nel rispetto delle modalità dell’art.8:

Della dotazione finanziaria a disposizione per l’annualità 2020, a ogni operatore economico in possesso dei prescritti requisiti di cui all’art.4 verrà assegnato una “quota forfettaria”  di euro 300,00.

La restante quota di dotazione finanziaria verrà invece ripartita tra gli operatori economici ammessi, con esclusione delle attività che NON hanno subito periodi di sospensione a seguito di provvedimenti restrittivi dell’Autorità competente (DPCM o Ordinanza) secondo i commi successivi:

Periodo di chiusura lockdown Marzo/Aprile/Maggio 2020;
Totale punti 3 ; parziale punti 2;

Periodo di chiusura lockdown Novembre 2020;
Totale punti 3; parziale punti 2;

Periodo di chiusura lockdown Dicembre 2020;
Totale punti 3; parziale punti 2;

Saranno inoltre attribuiti punti 10 a chi ha sostenuto spese di investimento di cui all’art.5 lett.B) nel periodo dall’08 marzo 2020 al 31 dicembre 2020 di importo pari ad almeno € 1.000,00. In tal caso alla domanda di partecipazione di cui allegato A) dovranno essere allegati i giustificativi (Fatture quietanzate) di spesa relativi all’investimento effettuato.

Sulla base dei criteri e punteggi definiti al comma 3, si procederà  alla definizione dei punteggi per singolo operatore economico e del punteggio totale. Ai fini della determinazione dell'importo della quota variabile di contributo che verrà assegnata a ogni operatore si osserverà la seguente procedura:

 

- Suddivisione della quota di dotazione finanziaria al netto dell'attribuzione delle "quote" forfettarie di cui al precedente comma 2 per il totale dei punti assegnati a tutte le imprese candidate e ammesse e individuazione del valore economico attribuito al singolo punto (€/punto);

- Moltiplicazione dei punteggi  ottenuti  dalle  singole  attività/imprese richiedenti il  contributo per il valore assegnato al singolo punto.

Il contributo che verrà assegnato a ogni singola impresa candidata e  ammessa  sarà dato dalla somma della quota "forfettaria" e della quota "variabile" che verranno attribuite sulla base delle procedure di cui ai commi precedenti.

Qualora ad approvazione della graduatoria non fossero esauriti i fondi della dotazione finanziaria l'Amministrazione  comunale  si  riserva  la possibilità  di  rideterminare  il contributo in  aumento/diminuzione  per  tutti  i  beneficiari  individuati,  fino  all'esaurimento della dotazione complessiva.

ARTICOLO 7 –  CUMULO

Per le misure temporanee di aiuto di cui al presente Avviso, è prevista la possibilità di cumulo con i regimi di aiuti previsti dal Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale epidemia di COVID-19, e ss.mm.ii., conformemente alle disposizioni di cui alle sezioni specifiche dello stesso.

ARTICOLO 8 - MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di ammissione datata e sottoscritta dall’interessato, deve essere presentata utilizzando lo schema allegato al presente avviso, in carta semplice e compilata in stampatello leggibile, dovrà essere indirizzata al Comune di Caposele (Av) e dovrà pervenire, improrogabilmente entro e non oltre le ore 12,00 del giorno lunedì 08 marzo 2021. 

La domanda e la documentazione richiesta potrà essere trasmessa con una delle seguenti modalità:

consegnate direttamente a mano, presso la Sede comunale di Piazza Dante 1 - Caposele (AV) - Ufficio Protocollo dal lunedì al venerdì durante gli orari di ufficio, nel rispetto delle norme anti Covid adottate, in busta chiusa, con apposizione della seguente dicitura sulla busta.contiene domanda per avviso pubblico per contributi a fondo perduto per le spese di gestione sostenute dalle attività economiche commerciali e artigianali operanti nel comune di Caposele”.

spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: Comune di Caposele Piazza Dante 1 – CAP 83040 Caposele (AV), non saranno prese in considerazione le domande pervenute all’Ufficio protocollo oltre il termine indicato, anche se spedite e ricevute dall'Ufficio Postale in data antecedente. In tal caso eventuali disguidi e/o ritardi sono a carico del mittente.

trasmesse mediante posta elettronica certificata proveniente da indirizzo di posta elettronica del mittente anch’essa certificata (pec) all’indirizzo seguente PEC del Comune: protocollo.caposele@asmepec.it. Non saranno prese in considerazione le domande, ancorché inviate attraverso PEC, inoltrate ad indirizzi di posta elettronica del Comune di Caposele diverse dalla casella di posta certificata del Comune di Caposele come sopra specificata.

Il termine indicato di scadenza per la presentazione delle domande è perentorio.

A pena di esclusione, la domanda dovrà essere regolarmente sottoscritta dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società.

A pena l’esclusione, la domanda autocertificata ai sensi di legge, redatta in conformità all’Allegato A, dovrà essere corredata da:

a. documento di riconoscimento in corso di validità del titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società;

b. attestazione firmata dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società da cui risulti la sussistenza dei requisiti di ammissibilità in capo all’istante.

Le dichiarazioni mendaci, circa il possesso dei requisiti di cui al precedente comma, saranno oggetto di segnalazione alle competenti Autorità giudiziarie.

Le dichiarazioni rese dagli istanti, nell’ambito del presente intervento, saranno oggetto di verifica a campione da parte dei competenti organi di controllo dell’Amministrazione finanziaria.

È ammissibile una sola richiesta di contributo. Qualora risulti inviata più di una domanda, sarà considerata valida l’ultima istanza pervenuta entro i termini che annullerà e sostituirà quella precedentemente inviata.

ARTICOLO 9 –VALUTAZIONE DELLE ISTANZE

La valutazione delle istanze verrà effettuata con le modalità di seguito descritte.

1. Il Responsabile del Procedimento, individuato nell’Ing. Domenico Ciaffa, Responsabile dell’UTC-SUAP, con  il supporto di una commissione interna, procede alla verifica dei requisiti di ricevibilità volta ad accertare la regolarità formale dell’istanza mediante la verifica della:

presentazione entro i termini di scadenza di cui all’articolo 8;

presenza della domanda, redatta in conformità all’Allegato A e Allegato B e firmata dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società;

presenza di documento di identità in corso di validità del titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società;

presenza dell’attestazione firmata dal titolare dell’impresa, nel caso di ditta individuale, o dal legale rappresentante in caso di società da cui risulti la sussistenza dei requisiti di ammissibilità in capo all’istante .

2. Al termine il Responsabile del Procedimento procede a stilare l’elenco delle istanze ammissibili a contributo e delle irricevibili/inammissibili;

3. La conclusione dell’attività istruttoria e della valutazione di merito deve avvenire entro il termine di 90 giorni dal suo avvio, fatta salva la necessità di prolungare tale termine come conseguenza della numerosità e complessità delle domande pervenute.

ARTICOLO 10 – PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI CONSEGUENTI ALL’ISTRUTTORIA

1. Il Responsabile del Settore Tecnico-SUAP agli esiti definitivi sulla valutazione dell’istruttoria delle domande di ammissione con appositi provvedimenti approva l’elenco delle domande:

ammissibili a contributo con indicazione del contributo concesso.

irricevibili/inammissibili con indicazione delle motivazioni per le quali le domande non sono da considerare irricevibili/ammissibili.

2. I provvedimenti amministrativi adottati, riguardanti gli esiti del presente Avviso, saranno pubblicati all’albo pretorio e sul sito del Comune al link: http://www.comune.caposele.av.it.

3. La pubblicazione di detti provvedimenti ha valore di notifica per gli interessati a tutti gli effetti di legge. 

4. Entro il termine di quindici giorni dal ricevimento della suddetta pubblicazione, per consentire la conferma della registrazione sul RNA, il beneficiario, pena la decadenza dai benefici, deve confermare con apposita comunicazione la volontà di accettare il contributo.

5. A ciascuno intervento sarà assegnato un “Codice unico di progetto” (CUP) che sarà comunicato dal Comune.

ARTICOLO 11 – MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

1. La liquidazione del contributo è effettuata in un’unica soluzione, mediante accredito sull’IBAN del conto corrente bancario o postale del beneficiario dichiarato in domanda, a seguito dell’approvazione degli elenchi delle domande pervenute .

ARTICOLO 12 – OBBLIGHI A CARICO DEL BENEFICIARIO

1. Il Beneficiario del finanziamento è tenuto a:

a) archiviare e conservare tutta la documentazione relativa all’intervento presso la propria sede, nel rispetto dell’art. 140 del Reg. 1303/2013, che consente la conservazione dei documenti oltre che in originale anche in copie autentiche o su supporti per i dati comunemente accettati, comprese le versioni elettroniche di documenti originali o documenti esistenti esclusivamente in formato elettronico;

b) fornire al Comune, in qualsiasi momento, i dati e le informazioni per il monitoraggio finanziario, fisico e procedurale dell’intervento di cui al presente avviso; c) presentare la documentazione completa, nei tempi e modi stabiliti;

d) rendere disponibile la documentazione a richiesta dei soggetti che esplicano l’attività di controllo;

e) comunicare tempestivamente l’intenzione di rinunciare al contributo;

f) rispettare la normativa in tema di pubblicità e informazione.

ARTICOLO 13 – CONTROLLI E MONITORAGGIO

1. Le dichiarazioni rese dagli istanti nell’ambito del presente intervento saranno oggetto di verifica a campione da parte degli organi di controllo dell’Amministrazione competente, anche con l’ausilio di altre Enti/Pa;

ARTICOLO 14 - REVOCHE

1. Nel caso in cui il beneficiario non si renda disponibile ai controlli in loco, o non produca i documenti richiesti nel termine di 30 giorni dalla ricezione della comunicazione relativa alla notifica di sopralluogo, si procederà alla revoca d’ufficio del contributo.

2. Nel caso in cui, a seguito dei controlli, si verifichi che il contributo è stato erogato al beneficiario in assenza dei requisiti necessari o in presenza di false dichiarazioni, il Comune procede alla revoca totale delle agevolazioni.

3. Qualora la revoca del contributo intervenga dopo la liquidazione dello stesso si provvederà anche al recupero delle somme eventualmente già erogate, alle quali sarà applicato il tasso d’interesse legale, con riferimento al tasso vigente nel giorno di assunzione al protocollo comunale dell’atto di richiesta di restituzione dell’aiuto erogato.

ARTICOLO 15 – INFORMAZIONI PER LE PROCEDURE DI ACCESSO

1. In osservanza dell’art. 8 della Legge 241/1990 e successive modifiche, si comunica quanto segue:

- il procedimento sarà avviato il primo giorno lavorativo successivo alla data di ricevimento delle domande. Nessuna comunicazione ulteriore verrà data in ordine alla fase di avvio del procedimento;

- gli atti del presente procedimento potranno essere visionati presso: Comune di Caposele

2. Le determinazioni adottate a conclusione del presente procedimento potranno essere oggetto di impugnazione mediante ricorso in opposizione o ricorso al TAR, rispettivamente, entro 30 giorni o entro 60 giorni dalla notifica delle stesse o comunque dalla conoscenza del loro contenuto.

ARTICOLO 16-TUTELA DELLA PRIVACY

1. Per la tutela del diritto alla riservatezza trovano applicazione le disposizioni di cui al D.Lgs. n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e al Regolamento (UE) 2016/679 "Regolamento Generale sulla Protezione dei dati” (GDPR).

ARTICOLO 17 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

1. Il titolare del procedimento è il Comune di Caposele. Il Responsabile del Trattamento e Responsabile del Procedimento è ing. Domenico Ciaffa (Responsabile UTC e SUAP).

 Le informazioni sul procedimento potranno essere richieste al seguente indirizzo di posta elettronica: utc@comune.caposele.av.it oppure a protocollo.caposele@smepec.it.

ARTICOLO 18-DISPOSIZIONI FINALI

1. L’Amministrazione si riserva, per motivi di pubblico interesse, la facoltà di annullare o revocare la presente procedura. In tal caso, i richiedenti non potranno avanzare alcuna pretesa di compenso o risarcimento.

2. Il presente avviso è pubblicato all’albo pretorio e sul sito web del Comune di Caposele (AV).

ALLEGATI

Allegato A e B

 

Dalla Residenza Municipale,  22 febbraio 2021

Il Sindaco

(dott.Lorenzo Melillo)

 

Qui, sull’albo pretorio online sono disponibili l’avviso pubblico e gli allegati.
Avviso Pubblico e Allegati A e B

indietro

torna all'inizio del contenuto